É alle porte l’inizio della scuola e sono diventate oggetto di discussione le distanze, le misure di sicurezza  e la tutela dei nostri studenti oltre che di tutto il personale. C’è la voglia di reinventarsi e di cercare nuovi metodi di adattamento. Stavolta è un’azienda emergente tutta italiana, la Rethink Future, a prendersi il merito di aver inventato un nuovo eccezionale bracciale: KID.

Acronimo di Keep Your Distance, questo fantastico accessorio si illumina, vibra ed emette un bip quando un suo simile si trova nel raggio di un metro. Un po’ come la consigliatissima app Immuni,  la sua tecnologia si basa sul bluetooth, quindi non registra nè la posizione di chi la indossa nè nessun altro tipo di informazione. La privacy degli utenti è totalmente al sicuro. Ecco perchè non è soggetto al GDPR. La batteria dura un’intera giornata ed è ricaricabile tramite l’apposito sportellino USB. É  personalizzabile ed  è possibile brandizzarlo con il logo dell’istituto frequentato, ci si può inserire il controllo temperatura o ancora la rilevazione di dispositivi uguali presenti nella stessa area. Può essere anche riutilizzato da più persone basta semplicemente sanificarlo tramite raggi UV o una soluzione idroalcolica.

Ciò lo rende utile non solo negli ambienti scolastici ma anche negli uffici, nei centri commerciali, nei musei, negli hotel, nei teatri e negli spazi aperti. Si potrebbe ritornare a guardare i concerti, non più online, ma dal vivo! Il tutto senza l’ansia di poter contrarre il coronavirus.

Per le aziende in particolare è un investimento vantaggioso in quanto  abbatte i costi di monitoraggio rientrando nei casi di utilizzo del credito d’imposta per l’adeguamento dei locali, pari al 60% della spesa sostenuta, previsto dal Decreto Rilancio 2020.

Ma non finisce qui perchè la Rethink Future sta sviluppando anche una piattaforma web, relativa al mondo dell’organizzazione degli eventi, che sfrutterà il loro nuovo gioiellino per far fronte a cose come il check-in, l’accesso ad aree VIP, meccaniche di ingaggio e pagamento di servizi. Si chiamerà EMS (Event Management System) e sarà completamente gratuita.

CONTINUA A LEGGERE SU BOOONZO.IT