Oggi l’annuncio ufficiale di Claudio Gubitosi, direttore del Giffoni Opportunity, che non rinuncia a portare avanti il “Festival più necessario”. Da 50 anni promotore di cultura, emancipazione ed integrazione, oltre che luogo di creatività e speranza per tantissimi ragazzi di tanti Paesi nel Mondo, non molla e manda un messaggio di ripresa forte e chiaro.  Sia proprio Giffoni occasione universale per ripartire dopo questa emergenza da pandemia, oltre che incredibile  strumento per riattivare e riabilitare i nostri cuori e i nostri animi.

L’emergenza vissuta impone ed imporrà nuove misure e nuovi protocolli, oltre che la riformulazione di alcuni aspetti.  Ecco perché quest’anno il Giffoni Film Festival si dividerà in quattro momenti diversi, modulati in base al target di età dei jurors, ai quali, ancora di più, sarà garantito il massimo della sicurezza. La prima fase si svolgerà a Giffoni Valle Piana dal 18 al 22 agostola seconda dal 25 al 29 agostola terza tra settembre e novembre e la quarta dal 26 al 30 dicembre.

«Non ho mai pensato, per un solo secondo, che questa edizione non si facesse – spiega Gubitosi – Mi sono sempre chiesto, invece, come fare per non distruggere l’unicità di Giffoni, dove lo stare insieme è proprio l’emblema del festival. Iniziare daccapo, come se mi trovassi all’improvviso in una macchina del tempo, per farmi trasportare nel Giffoni degli anni ’70, pur con tutte le modernità di questo tempo.

Claudio Gubitosi, direttore del Giffoni Opportunity

Giffoni non l’ho mai visto come un evento, un festival, un paese, ma sempre e ancora di più oggi come una persona fisica, vera.  Che come tale vive di tappe, storie, stati d’animo, amicizie, relazioni, successi, emozioni, paure. Allora mi sono fatto in quattro per il mio compagno di viaggio e lui adesso si fa in quattro per il suo pubblico.»

Si parte il 18 fino al 20 agosto con i Generator +16, +18 e i masterclassers Impact. I film in concorso nella sezione Generator +16 approfondiranno le diverse tematiche legate al mondo dell’adolescenza, mentre Generator +18 affronterà il rapporto tra generazioni diverse. Masterclass Impact  affronterà invece le sfide della contemporaneità e dell’innovazione.

Dal 25-29 agosto 2020 la sezione Generator +13 formata da 305 jurors, divisi in due gruppi, affronteranno temi che trattano il passaggio verso l’età adulta.

Masterclass Cult, format ormai consolidato e diretto da Manlio Castagna, mira invece all’approfondimento con maestri del cinema, della letteratura, dell’arte. Digital filmmaking, fotografia, sceneggiatura basic e seriale sono i lab proposti e realizzati con la collaborazione di professionisti di grande calibro ed esperti. 1100 giovani facenti parte di hub italiani e internazionali prenderanno virtualmente parte alla seconda tranche del festival.

La terza fase invece si svilupperà tra settembre, ottobre e novembre e sarà riservata alle Università italiane, agli hub europei alle nuove masterclass, al tour in Italia per il cinquantennale, alla produzione del film sui 50 anni di Giffoni, ai progetti di innovazione.

Dicembre (26-30 dicembre) sarà infine l’occasione per riunire i più piccoli (Elements +6 e +10) e le loro famiglie.  Ai bambini dai sei ai nove anni verrà proposta una selezione di lungometraggi e cortometraggi, incentrati prevalentemente sul fantasy, mentre per gli Elements +10 i film selezionati mostreranno cosa accomuna i ragazzi di tutti i Paesi del Mondo.

I jurors italiani che parteciperanno fisicamente sono esclusivamente campani. A loro si uniranno, con collegamenti quotidiani, ben 51 hub, 34 in Italia e 17 internazionali. A loro il compito di visionare e votare i film in concorso in streaming dalla loro città.

Per quel che riguarda gli ospiti e i talent, il Festival ha annunciato solo parte dei nomi che quest’anno saranno di scena nella Multimedia Valley. Saltano all’occhio l’attore Raoul Bova e il regista Sergio Castellitto; oltre che la giovanissima e talentuosa attrice Benedetta Porcaroli, protagonista della serie Tv Baby ed Erri De Lucada poco intervistato dallo staff di Booonzo – , da tempo uno dei volti più importanti del prestigioso mondo editoriale italiano.

Queste sono in parte le novità della 50esima edizione del Giffoni Film Festival, primo Festival Internazionale a dichiarare la ripartenza. Quindi siamo, mai come in questo momento, desiderosi di vivere e di assistere dal vivo a quello che da mezzo secolo possiamo definire la realizzazione di un grande ed immenso sogno.

CONTINUA A LEGGERE SU BOOONZO.IT